SEMINARI DI PSICOSINTESI

 

 


 

DOMENICA 30 GENNAIO 2022, ore 1000-1900

IL CORPO E LA MEDITAZIONE: LA MUSICA INTERIORE

con Davide Fuzzi

 
 
R. Assagioli, negli ultimi anni della sua attività, ha sostenuto che la psicosintesi si potrebbe in realtà meglio rappresentare con il termine BIOPSICOSINTESI, per significare esplicitamente la centralità del CORPO nel sistema UOMO.
In effetti il corpo è il substrato dal quale emergono tutte le nostre funzioni vitali e dal quale originano tutte le connessioni comunicative interiori ed esteriori.
Oggi più che mai corriamo il rischio di una reificazione ed al tempo stesso (con un apparente paradosso) di una dematerializzazione della nostra vita che rischia di perdere il suo significato più sacro e profondo. 
Tornare al proprio corpo, con un giusto atteggiamento di ascolto amorevole e consapevole è forse la strada più propizia per riconoscere l'armonia che alberga dentro ogni essere umano e per riconnettersi col flusso vitale che circonda e compenetra la coscienza.
Il seminario, di carattere pratico ed esperienziale, comprende semplici esperienze meditative e di contatto col proprio corpo. 

 

Davide Fuzzi, psicologo psicoterapeuta, direttore del Centro di Bologna e formatore dell'Istituto di Psicosintesi.

 

 


 

 

DOMENICA 20 FEBBRAIO 2022, ore 1000-1900

ENERGETICA DELLA PANCIA

Essere in relazione con se stessi 

 

con Francesco Lamioni (psicoterapeuta)

 

In psicosomatica la pancia rappresenta il legame con la madre; si nasce nel ventre materno e si è connessi simbioticamente con la madre attraverso il cordone ombelicale, che assicura al feto tutto quello di cui ha bisogno per vivere e progredire nella sua ontogenesi fondamentale.

Entrare in contatto con la pancia, significa quindi fare ritorno, portandoci consapevolezza e intenzionalità, alla propria esperienza di contenimento e relazione primitiva con sei stessi, di accettazione e nutrimento. L’energia della pancia è l’energia del corpo, della relazione intima materna sulla quale si organizza la propria autonomia come promessa di indipendenza e realizzazione di sé. Il gruppo, svolgerà la funzione di luogo sicuro, di ventre vitale propiziatorio del recupero di un rapporto autentico e rigenerativo con se stessi.

Saranno impiegate tecniche energetiche, psicosomatiche e meditative per addentrarsi nell’esplorazione di questa dimensione esistenziale e giungere ad una sua più funzionale integrazione nella propria personalità.

 

Francesco Lamioni, psicologo psicoterapeuta, responsabile del Servizio di Psicosomatica della SIPT, coordinatore del gruppo di Biopsicosintesi e formatore dell'Istituto di Psicosintesi.

 


 

SABATO 26 MARZO 2022, ore 1000-1800

ASPETTARSI L'INASPETTABILE

con Lucia Albanesi

 

Chi non si aspetta l'inaspettato, non scoprirà la verità. (Eraclito)

 

La robotica, che si occupa di intelligenze artificiali, si sta concentrando sulla capacità del cervello umano di prevedere gli eventi, con l’intento di riprodurre tale competenza nei robot di ultima generazione; le neuroscienze indagano la relazione tra le strutture cerebrali e la facoltà dell’uomo di anticipare i fatti.

Tali ricerche si basano sulla supposizione che il cervello elabori ipotesi probabilistiche, fondate su informazioni derivanti da esperienze pregresse.

In altre parole, possiamo dire che ci aspettiamo ciò che già conosciamo e che, inconsciamente, tendiamo a “chiudere cerchi” e trarre conclusioni come abbiamo imparato a farlo nel passato, escludendo in tal modo dati di novità che invece potrebbero essere colti attraverso una più attualizzata analisi delle informazioni sensoriali. Alcuni esperti definiscono la percezione "allucinazione controllata", alterata, appunto, da significative esperienze fissate dall’amigdala. Va da sé che certi vissuti dolorosi o traumi infantili rappresentano un potente filtro alla capacità di esprimerci in maniera nuova e creativa.

L’incontro offrirà informazioni e soprattutto esperienze individuali per riconoscere alcuni schemi interferenti con il potenziale più autentico. L’epocale cedimento di sicurezze che stiamo vivendo può essere colto come opportunità, se non come necessità urgente, di accedere a un nuovo e inaspettato serbatoio di risorse, da mettere in gioco giorno per giorno in una dimensione individuale, relazionale, collettiva e spirituale.

Il lavoro si sviluppa attraverso il lavoro di bio-psicosintesi integrando tecniche di Biosistemica e Psicoenergetica.

 


 

DOMENICA 28 MAGGIO 2022, ore 1000-1700

UN NUOVO INIZIO CON LA BIOPSICOSINTESI 

con Lucia Albanesi

 
 

Seminario introduttivo all'Autoformazione di Psicosintesi.

 

 


 

 


 

Contattaci
Se desiderate ricevere informazioni o fissare un appuntamento potete compilare il modulo sottostante, sarete ricontattati prima possibile.
Please enter your name!
Please enter your name!
Please enter your email!
Write your message!